Lactofilia

Password: Lactofilia

Nel variegato mondo delle parafilie c’è chi si eccita per i piumini e chi con i peluche.

Nella lactofilia, invece, l’apice del piacere sessuale è rappresentato dall’allattamento: ci sono infatti uomini, molti più di quanti si possa pensare, che si eccitano con il latte materno.

Succhiandolo addirittura dal seno della partner.

LATTE E PORNOGRAFIA

La lattazione erotica è un argomento tabù perché percepita come vicina all’idea dell’incesto, e in qualche modo ai bambini. Tuttavia, è giusto sottolineare come abbia molte declinazioni, tutte con base due adulti consenzienti, se non di più.

Innanzitutto, sui portali porno ci si può imbattere nelle categorie ‘milking’ e ‘breastfeeding’, grazie a cui i feticisti del latte possono veder realizzate le loro fantasie, grazie a video in cui il latte materno è usato per giochi erotici, schizza fuori dai seni abbondanti di donne incinte oppure viene ‘tirato’ da macchine mungitrici.

UN MERCATO FLORIDO

Sempre online, purtroppo, c’è chi pubblica video di donne intente a dare la poppata ai propri figli, con zoomate su seni gonfi di latte e capezzoli turgidi e bagnati.

Un comportamento, quello di chi filma di nascosto, sicuramente da censurare. Innocuo invece quello di chi prova piacere nel bere latte materno, e che per averne a disposizione scandaglia il web alla ricerca di donne disposte a venderlo: il mercato è sommerso ma piuttosto florido.

L’allattamento non eccita però solo gli uomini.

Ci sono infatti donne che provano piacere grazie ai tiralatte: d’altra parte, il seno è una zona erogena.

ALLATTAMENTO PER ADULTI

La pratica in cui uomini e donne ‘giocano’ insieme, con lui che succhia il latte dal seno di lei, è invece nota come adult nursing relationship (o adult breastfeeding, ‘allattamento per adulti’).

L’uomo ‘affetto’ da lactofilia prova in genere eccitazione nel succhiare dal seno e nel Bdsm allattare è una dimostrazione di lealtà e impegno ma, sebbene quello del latte sia un feticismo, non è necessariamente erotico: i partner possono provare piacere semplicemente dal legame intimo che instaurano, limitandosi ad un amore platonico.

Questo tipo di lattazione riguarda coppie fisse o occasionali, coinvolge donne incinte e altre che non lo sono, puerpere e donne che non possono avere figli.

LE CONFESSIONI SOCIAL

Ma allattare in assenza di gravidanza non è semplice.

Su FetLife, il social network dedicato a feticisti e cultori del Bdsm, c’è chi racconta di fare cure ormonali e confessa di allattare altri uomini quando il marito è fuori per lavoro, per garantirsi la produzione di latte.

A scanso di equivoci, nella stragrande maggioranza dei casi la lattazione erotica (e con essa la lactofilia) non prevede la fantasia sessuale dell’incesto: chi dà il latte non finge di essere madre e chi lo succhia non fa il ruolo del figlio.